Vai alla barra degli strumenti
team-playbook

Team Playbook: usa il gioco dei 5 whys

5 Whys è una tecnica molto semplice, ma potente. Chiedendo in modo ripetuto “Perché?” (cinque è una buona regola), ci consente di individuare la causa principale di un problema, indagando a fondo nei sintomi del problema.

Team Playbook: usa il gioco dei 5 Whys per superare le criticità

Ebbene sì, può capitare che qualcosa vada storto ma l’importante  è sperimentare, memorizzare i feedback, analizzarli e migliorare.

Team Playbook: usa il Metodo dei 5 Whys per fare focus sul problema.

Questo “esercizio” viene adottato da Toyota all’interno dei loro processi produttivi e rappresenta un punto chiave del problem solving.

Imparerai ad esplorare e mettere sotto al microscopio cause ed effetti di un determinato problema.

Il metodo  si chiama così perché consente di analizzare le relazioni tra causa ed effetto partendo da una situazione reale.

Magari attraverso un’intervista hai scoperto che la barriera che incontra il cliente nell’utilizzo il tuo servizio e vuoi capire in profondità e risolvere le cause di quello specifico problema.

Prima vediamo un esempio pratico

5 Whys

#1) Perché l’utente non ha cliccato sul link per scaricare l’ebook ?

Risposta: Perché ha avuto un problema e visualizzava la pagina bianca.

5 Whys

#2) Perché ha avuto tale problema?

Risposta: Perché i nostri server avevano una configurazione sbagliata.

5 Whys

#3) Perché avevano una configurazione sbagliata?

Risposta: Perché non abbiamo dato le indicazioni corrette ai sistemisti.

5 Whys

#4) Perché non abbiamo dato le indicazioni corrette ai sistemisti?

Risposta: Perché abbiamo tralasciato un’informazione.

5 Whys

#5) Perché abbiamo tralasciato un’informazione?

Risposta: Perché non abbiamo una procedura di dialogo con i sistemisti che ci permetta di dire tutto in una singola comunicazione.

Ci possiamo letteralmente perdere all’interno di un loop di domande esattamente come farebbe un a bambino di cinque anni 🙂

Per ovviare a questa mancanza di focus è sempre bene tener presenti le seguenti regole:

  • non inserire il concetto di denaro nel processo: assumendo che con un ulteriore investimento nel processo si possano risolvere tutti i problemi, durante l’analisi devi accettare la sfida di non terminare con la facile scusa di non aver avuto abbastanza soldi per evitare il problema!
  • individua il processo che non funziona: per garantire che ci si fermi al perché più significativo, sia esso il terzo o l’ottavo perché, è necessario puntare ad individuare il processo che non sta funzionando.

Leggi anche:

Team Playbook: nuovi metodi per un’azienda smart

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top