Come creare un team agile strutturati di marketing con Agile Marketing

ACe lo siamo già detti molte volte: Agile é utilizzato in aziende di tutti i settori e dimensioni e noi crediamo, perché tocchiamo ogni giorno con mano, nei risultati positivi se applicato correttamente.

Alcuni Team fanno quotidianamente valutazioni, pianificazione e retrospettive, dicono che lavorano in Scrum.

Altri non fanno stime, non lavorano in modo iterativo attraverso gli sprint e dicono che lavorano con Kanban.

Le metodologie agili sono molto più che semplici cerimonie.

Lavorare con metodologie agili è acquisire una mentalità di crescita e apprendimento. Essere sempre pronti a evolversi e migliorare come individui e soprattutto come team.

Nella mia carriera, ho applicato Scrum, Kanban e Scrumban diverse volte in modi diversi, ma ogni volta con le sue peculiarità.

In breve, lo scopo di questo articolo è spiegare uno dei modi in cui ho lavorato e come è stato applicato ad alcuni Team che ho seguito anche come Scrum Master.

Iniziamo dai requisiti

Se stai tenendo tu il timone, come leader tecnico, ad un certo punto riceverai i requisiti di un progetto preparato da PM o PO secondo la nomenclatura e i termini che sono tipici della tua azienda.

Ti serve per farti un’idea di come dovrebbe essere l’esperienza cliente, dal punto di vista del marketing, commerciale, tecnico, eccetera .

  • Quale/i bisogni del cliente soddisfiamo?
  • Qual è il tempo di risposta che prevediamo per determinati flussi di dialogo con il cliente?
  • Come pensi all’evoluzione dell’esperienza? Cosa può diventare in futuro?
  • C’è qualche debito formativo che deve essere risolto in anticipo?
  • Il mio Team ha tutte le competenze necessarie per sviluppare questa campagna marketing e la relativa esperienza collegata?

Mappatura della storia

Una volta organizzate le informazioni minime, quello di cui hai bisogno è di condividere subito con il Team l’esperienza che si vuole creare per il cliente e quali opzioni esistono. Dovrai disegnare flussi di lavoro, spiegherai i limiti e lavorerai in modo collaborativo con il team per trovare una soluzione.

Molto probabilmente ti accorgerai che stai uscendo anche dal tuo raggio d’azione: perché?

Dovrai capire se e come la progettazione della campagna può avere un impatto su altri team: customer care, commerciale, supporto tecnico, sviluppo software?
Devi informare il team che si occupa dell’analisi dei dati che hai bisogno di report o dati grezzi che poi gestirai o accessi a Google Analitycs ad esempio. Imparerai a capire che devi essere sempre in grado di poter misurare l’impatto della campagna Marketing.

Agile ti permette di ragionare sul fatto che se anche la campagna marketing è costosa da sviluppare, ti sarà utile imparare a restringere l’ambito e implementare step by step l’esperienza cliente.

In questo modo sarai in grado di fornire più velocemente una soluzione e misurare l’impatto. Se i risultati sono positivi, lavorerai per andare avanti a completare la tua idea con un approccio incrementale.

Questo momento è fondamentale per il Team per capire l’MVP della funzionalità e anche per diventare sempre più bravi a scomporre le grandi campagne di marketing in piccoli elementi concatenati che creano valore ogni volta che vengono messi online.

Il risultato di questo incontro non sono le Customer Story o l’elenco delle cose da fare.
I risultati di questo incontro sono le risposte alle domande che vi siete fatti per creare l’esperienza cliente insieme a nuove domande che non avete fatto e che avreste dovuto/voluto fare.

  • Lo scopo di questo incontro è quello di aumentare la sinergia del team facendo sentire tutti importanti nel processo decisionale.
  • Prendersi la responsabilità di decidere quale è la migliore esperienza che puoi far vivere al tuo cliente
  • Oltre ad essere un grande brainstorming in modo che nulla venga dimenticato e tanto meno che il tutto parta già con una cecità di fondo.

Ciò riduce gli errori di stima del tempo e i possibili difetti di progettazione o colli di bottiglia non previsti perché il Team , a volte, è condiviso fra più Business Unit.

Ora è il momento di strutturare l’idea

Scriverai le Customer Story contenenti una descrizione di ciò che deve essere fatto e i criteri di accettazione che dicono come convalidare che ciò che è stato realizzato dal marketing è corretto e può essere divulgato all’esterno.

Questo criterio di accettazione è fondamentalmente!

Dopodiché, se il team lavora con Scrum, l’attività viene stimata e continua nel backlog fino alla prossima pianificazione, se Kanban può andare alla board direttamente.

Incontri quotidiani

Lo scopo delle riunioni quotidiane è che il team condivida un rapporto su ciò che è stato fatto il giorno prima e su ciò che è in corso ora.
È anche una possibilità di segnalare se hai un problema o se sei bloccato.

L’incontro dovrebbe durare al massimo 15 minuti e dovrebbe essere fatto con tutti in piedi, quindi è più obiettivo e produttivo.

Gli incontri quotidiani sono fondamentali e indispensabili perché gli obiettivi principali sono:

  • Identifica quanto si è vicini alla data di consegna e se il Team è o non è in linea
  • C’è un problema che sta influenzando la velocità del team?
  • È successo qualcosa di inaspettato e in qualche modo ha destabilizzato il Team? Quale azione rapida può essere presa in modo tale da mitigare questo problema e minimizzarne l’impatto?
  • La squadra lavora come un team o ognuno fa un elenco di cose e non si percepisce un aiuto reciproco?

Cosa puoi fare per migliorare la riunione quotidiana?

Prima all’inizio dello sprint, se stai lavorando con Scrum o all’inizio della settimana, se stai lavorando con Kanban, è necessario mettere gli obiettivi di settimana / sprint alla lavagna.

Questo deve essere definito con il team nella pianificazione (se funziona con Scrum) o poco prima di iniziare il quotidiano di lunedì nel caso di Kanban. Questi obiettivi esposti alla lavagna sono ciò che guiderà le azioni e le decisioni del team.

Il secondo passo è dividere la scheda per progetto / epica / attività. Per quanto il team lavori duramente concentrandosi su una funzione alla volta (che è l’ideale), sappiamo che la vita reale non è così semplice e che c’è sempre qualcosa, per quanto piccola, sviluppata parallelamente.

In questo modo, il report verrà diviso per feature e non da un membro del team. Tutti quelli che stanno lavorando sulla attività 1 ti daranno il loro report e la loro visione e alla fine capiremo se rimarrà in pista o se qualcosa è cambiato dall’ultima volta che ci siamo visti. Dopo aver discusso della attività 1, si passa alla attività 2 e così via.

È molto importante concentrarsi sugli obiettivi di sprint / week, e se qualcosa è fuori dal pianificato è importante discutere con il team per vedere cosa si può fare per minimizzare l’impatto.

Retrospettiva

La retrospettiva non è altro che il momento in cui la squadra ha bisogno di stare insieme e capire come è stato il lavoro negli ultimi giorni. Questo incontro è il momento di fissare obiettivi, parametri di qualità, il modello di lavoro, tra le altre cose che la squadra vede come necessario. Oltre la definizione, è sempre importante seguire i progressi di ciò che è stato definito.

Vuoi approfondire come strutturare un Team Agile Marketing?

L’immagine dell’articolo è stata presa da Freepick 😉

0

Potrebbe interessarti anche

Agile Marketing Italia will be the first to offer ICAgile’s Agile Marketing certification in Germany.
Agile Marketing arrives in Germany with the country’s first Accredited Course
marketing-backlog-agile-marketing-italia
Perché è importante prendersi cura del Marketing Backlog?
miti-agile-marketing-agile-marketing-italia
Sai riconoscere se stai facendo fake Agile?
costi-processi-marketing-inefficienti-agile-marketing-italia
I 5 costi nascosti di un processo di marketing scadente
l'importanza-del-feedback-agile-marketing-italia
L’importanza del feedback. Come darlo bene e come riceverlo in modo che sia utile
nuove-sfide-marketing-agile-marketing-italia
Le nuove sfide del Marketing si vincono con la Formazione

Lascia un commento