Perché startup e grandi player si affidano al Growth Hacking

Perché startup e grandi player si affidano al Growth Hacking?

Il Growth Hacking è, di fatto, il nuovo approccio al marketing; un modo per individuare le strade per far crescere un business.

La tua startup  può essere grande o piccola ma l‘importante è riuscire a “scalare” e applicare le strategie di crescita nel modo più giusto per te.
Ecco perché, se hai un’azienda, devi sapere che cos’è il  Growth hacking.

 

Ogni tipologia di business ha bisogno di trovare la sua strada, ricordando che le stesse strategie non funzionano per qualsiasi tipo di attività. Solo i test possono aiutarti a trovare quella vincente per te!

Ma chi utilizza il Growth Hacking?

In realtà non esiste una specifica tipologia di azienda che può trarre benefici dal Growth Hacking.
Potenzialmente tutte le attività possono utilizzarne tecniche e strumenti, a partire da una startup fino ad una multinazionale (molto famoso è l’esempio di Coca Cola e ne parlai già un anno fa proprio qui ).

Ma chi meglio di una struttura in fase di definizione riesce a catturare tutti gli stimoli del mercato?

Ecco perché Growth hacking e startup sono il connubio perfetto.

 

Sean Ellis (il fondatore del Growth Hacking), aiutava le startup e le aziende a raggiungere i risultati aziendali prefissati e come obiettivo principale aveva quello di far crescere l’azienda.

Sean non utilizzava né il marketing tradizionale né il solo digital marketing (che utilizzavano invece tutte le agenzie), ma aveva qualcosa di diverso, un approccio unico, quel giusto mix che gli consentiva di mettere insieme approcci e realizzare tecniche nuove.

 

Growth Hacking Marketing significa Marketing della Crescita.
Il Growth Hacking Marketing è proprio questo: utilizzare più strumenti, provare più strategie per raggiungere una crescita reale del business. E’ importantissima quindi l’analisi dei risultati ottenuti per ogni strategia attuata e l’ottimizzazione della stessa.

Growth Hacking e startup: il collegamento perfetto

Le startup ricorrono sempre più a questo approccio di marketing.

Sai perchè? Perchè le startup hanno un estremo bisogno di crescere rapidamente e soltanto con un aumento considerevole in termini di clienti e di guadagno hanno la possibilità di andare avanti e rimanere sul mercato.

Ed è qui che entra in azione il lavoro del Growth Hacker, che mette le sue conoscenze, le sue capacità, la sua esperienza, la sua creatività all’interno di questo business verificando e sperimentando qualsiasi strada percorribile purchè si arrivi a una crescita visibile e misurabile.

Per il Growth Hacker l’obiettivo è sempre e solo quello: la crescita del business.

E’ una figura molto molto importante ed interessante, direi ormai una figura fondamentale e indispensabile con competenze tecniche ampie e soft skill che gli permettono di collaborare con tutti i membri del team.

Qualche dritta su come cominciare?

Usa la generosità come leva del Business

Anche tu sei stanco di ricevere messaggi sui prodotti. Ne riceviamo  troppi ogni giorno e nemmeno li apriamo; addirittura le mail vengono classificate come spam.

Prova  a pensare di rendere il cliente felice ed essere diverso dagli altri.

Per esempio potremmo regalare qualcosa ai tuoi clienti senza chiedergli nulla in cambio. Questo renderà gli utenti più propensi ad aprire le e-mail e a leggere contenuti  che hai pensato per loro.

Questa è un esempio di strategia di Growth Hacking: non pensare di dover dare grandissime cose o di dover sorprendere con grandi investimenti: ai tesoro del dettaglio.

Utilizzare i referral per crescere

Se ti ricordi il caso Dropbox già hai trovato un modo per fare referral con il tuo prodotto o servizio, ne sono certa!

Dai  degli incentivi ai tuoi clienti in cambio della condivisione del prodotto/servizio.
Non sottovalutare quindi i referral nella tua strategia di crescita.

 

Aggiungi un video del prodotto

Il video fa subito presa purché sia ben fatto. Deve saper raccontare la storia del prodotto e una storia raccontata bene ti può portare molte conversioni.

E’ più facile far rimanere nella memoria delle persone con le immagini rispetto al testo: sono più immediate quindi sfrutta questa opportunità.

Potrebbe interessarti anche

Agile Business Day: il caso della Product Discovery Strategy
Agile business day: il caso Product Discovery Strategy
framework DACI per prendere decisioni efficaci agile marketing
Come prendere decisioni migliori con il framework DACI
agile_marketing_team_playbook
Team Playbook: nuovi metodi per un’azienda smart

Lascia un commento